Valdobbiadene, Antica Fiera di San Gregorio: ultimi preparativi per l’edizione 2024

Si prepara ad una nuova edizione da record l’Antica Fiera di San Gregorio che si svolgerà a Valdobbiadene dal 9 all’11 marzo 2024.

Il programma 2024 di una tra le manifestazioni fieristiche più antiche della provincia di Treviso è stato illustrato oggi alla stampa presso la Sala Bacco della Cantina Val D’Oca – Cantina Produttori di Valdobbiadene

Dopo il saluto diStefano Gava, direttore della Cantina Produttori, che ha voluto evidenziare “è sempre un piacere ospitare qui da noi la presentazione di una Fiera come quella di San Gregorio, motivo di aggregazione e confronto che perpetua una tradizione che è anche un legante fondamentale per il nostro territorio”, si è entrati nel vivo del programma.

“Gli argomenti quest’anno sono tanti, segno di una fiera che cresce di anno in anno come riconosciuto anche dalla recente presentazione che abbiamo avuto modo di fare a Venezia, ospiti del Consiglio Regionale del Veneto insieme alla “Fiera delle piante ornamentali e dei prodotti del Florovivaismo” di Bessica di Loria.– ha sottolineato il Sindaco di Valdobbiadene, Luciano Fregonese –   L’evento di San Gregorio, quindi, è diventato punto di riferimento per il settore agricolo e vitivinicolo in particolare ma anche per le Piccole Produzioni Locali, il turismo e la tutela del paesaggio. In questi 4 giorni di manifestazione la Fiera mostrerà quanto gli attori del territorio, sinergicamente, stanno facendo e pianificando per il futuro. Una collaborazione che sta dando i suoi frutti, come raccontano i dati comunicati da Regione del Veneto: nel 2023, rispetto al 2022, si sono registrati un + 10% di occupazione e un + 25% di presenze turistiche, una crescita che dobbiamo saper gestire, ognuno per il proprio ruolo. E per venire incontro alle tante richieste arrivate negli ultimi anni, abbiamo deciso di ampliare ulteriormente gli spazi espositivi e aumentare i giorni di fiera, aprendo già al venerdì sera con il Luna Park, lo street food e i negozi sulle vie del centro aperti con intrattenimento musicale, e la Fiera vera e propria che inizierà già dal sabato mattina. Infine, domenica all’ex opificio ci sarà l’inaugurazione del plastico multimediale del paesaggio, un progetto avviato come Comune di Valdobbiadene che nei prossimi crescerà fino a rappresentare l’intera area della Docg. Un progetto che darà vita al più grande plastico multimediale in Italia di un paesaggio Unesco che una volta completato arriverà a misurare 10 x 7 metri (scala 1: 3.333); il tutto sarà animato da proiezioni tridimensionali che potranno essere tematizzate di volta in volta. Uno “strumento” di lavoro che consentirà anche un confronto pratico sul territorio”.

Confermata, per l’inaugurazione di domenica 10 marzo, la presenza del Governatore Luca Zaia, oltre ad Onorevoli, Senatori, autorità regionali e tanti Sindaci, a testimoniare una vicinanza che prosegue anche dopo le difficoltà che gli amministratori locali hanno vissuto negli ultimi anni.

Ricco, come sempre, il programma dell’Antica Fiera di San Gregorio, illustrato da Pierantonio Geronazzo, Vicesindaco di Valdobbiadene“Sarà un’edizione che andrà bel oltre le aspettative con più di 300 espositori già confermati; anche l’intrattenimento sarà importante, sia quello durante la fiera, con spettacoli già dal venerdì sera, proseguendo il sabato sera con il grande concerto di Sir Oliver Skardy dei Pitura Freska; domenica sarà di scena il liscio con i Caramel e il gruppo folcloristico El Canfin. L’animazione andrà anche oltre i giorni della fiera grazie alla collaborazione delle associazioni di categoria che daranno vita ad importanti convegni su temi differenti quali agricoltura, turismo e rigenerazione urbanistica”.

Martedì 5 marzo, infatti, si apriranno gli incontri tecnici con il convegno “Coltivare la sicurezza in vigneto e cantina – Normativa e approcci pratici per una cultura della sicurezza in azienda agricola”, a cura di Cia, Coldiretti e Confagricoltura.

“Il convegno che andremo a realizzare come associazioni di categoria – ha spiegato Oriano Bonet di Coldiretti Treviso – verterà su un tema molto importante per il comparto, la sicurezza in agricoltura, trattando la normativa nel dettaglio. Molto importante sottolineare la collaborazione tra le nostre principali associazioni Cia, Coldiretti e Confagricoltura, che sottolinea la volontà di fare sistema”.

“Credo che la cosa principale da sottolineare di questo progetto sia il grande lavoro di squadra tra associazioni – ha proseguito Salvatore Feletti di Cia Treviso – per un convegno che parlerà di sicurezza, requisito fondamentale per le aziende. Al territorio giova questa sinergia, un atteggiamento collaborativo che fa parte della tradizione contadina che ha fatto crescere queste terre”.

“La fiera di San Gregorio è la festa più importante per questi territori – ha quindi chiosato Franco Adami di Confagricoltura Treviso – un momento di confronto incredibile che avviene in piazza, lì dove si devono recepire le necessità del settore e trasformarle in proposte. È una fiera radicata fortemente nella nostra cultura tanto da essere, per le generazioni passate, la festa più importante dopo Natale e Pasqua. Può ancora crescere, diventando la fiera specializzata per l’agricoltura eroica, e su questo dobbiamo lavorare insieme anche come associazioni di categoria per riuscire a comunicare la nostra cultura e guardare al futuro con serenità”.

La Fiera di San Gregorio offrirà anche un interessante spunto sul tema turismo, grazie alla collaborazione con Confartigianato“Abbiamo accettato con entusiasmo l’invito ad organizzare un convegno che parlerà di artigianalità e turismo – ha sottolineato il presidente Fausto Bosa – Un incontro al quale ha accettato di partecipare lo scrittore Denis Falconieri, autore della guida Lonely Planet “Treviso e le Colline del Prosecco” che in questa occasione presenterà anche la nuova guida del Veneto che uscirà a breve. Sarà interessante comprendere come vede i nostri territori uno scrittore di viaggi; a corredo della presentazione i nostri associati daranno dimostrazione delle nostre produzioni artigianali d’eccellenza”.

Tra gli appuntamenti tecnici, infine, va evidenziato anche l’incontro, a cura di Ascom Treviso, dal titolo “Rigenerare Valdobbiadene: tra commercio di prossimità e turismo. Spazi innovativi e destinazioni che ispirano”, in programma per mercoledì 20 marzo.

Come consuetudine, Palazzo Celestino Piva accoglierà la Cittadella dei Taglienti, un evento nell’evento che ogni anno non finisce di stupire e che ha raggiunto una valenza europea. La cittadella dei taglienti celebra, infatti, la tradizione della forgiatura, figlia di secoli di lavorazione nei magli dell’Altamarca, e il suo legame con il lavoro agricolo. Con questo appuntamento – ha spiegato Enzo Dieni, anima dell’appuntamento dedicato agli appassionati delle lame – abbiamo dato spazio negli anni ad oltre 1500 espositori; quest’anno avremo anche una rappresentanza della Val Trompia, il top degli incisori mondiali, oltre ad espositori provenienti dalla Germania, dalla Bulgaria e da tante altre località, a dimostrazione della grande eccellenza proposta dalla Fiera di San Gregorio”.

Fondamentale, infine, il supporto di partner d’eccellenza, tra cui Banca Prealpi SanBiagio: “Siamo lieti di rinnovare il nostro sostegno ad un’iniziativa storica – ha concluso Francesco Piccin, capoarea Banca Prealpi SanBiagio – volta a valorizzare le tradizioni agricole, a partire dalla viticoltura, ed enogastronomiche locali. Il nostro Istituto di Credito Cooperativo è parte integrante della filiera territoriale che si mette a disposizione per garantire, ogni anno, il successo di questa manifestazione. La diffusione di una cultura consapevole e sostenibile dei luoghi in cui vivono le nostre comunità, infatti, è uno degli obiettivi alla base di una collaborazione ormai consolidata”

Il Programma in sintesi

L’edizione 2024 dell’Antica Fiera di San Gregorio vedrà tante conferme e alcune novità: raggiunto, infatti, l’obiettivo di ampliare gli orari della giornata di sabato, con l’apertura della Fiera sin dal mattino; implementati anche i parcheggi per il pubblico, con più spazi a disposizione dei visitatori; infine, è stato incrementato il numero di postazioni dedicate agli espositori, dando così risposta alle crescenti richieste di partecipazione arrivate di anno in anno.

Saranno, infatti, oltre 300 gli espositori che vivacizzeranno la splendida Piazza Marconi, Villa dei Cedri, Viale Mazzini, Via Garibaldi e Via San Venanzio Fortunato con tecnologie, attrezzi e macchinari per la viticoltura, bancarelle ed esposizioni.

Sempre in Piazza Marconi, grande risalto verrà dato agli artigiani locali le cui produzioni saranno in mostra nel Quartiere Artigiano, realizzato in collaborazione con Confartigianato; ma in Piazza troverà spazio anche la rinomata Cittadella dei Prodotti Tipici, esposizione delle Piccole Produzioni Locali del Valdobbiadenese – dal formaggio delle malghe del Monte Cesen al miele della Pedemontana, ai rinomati salumi – e luogo in cui il pubblico potrà degustare ed informarsi; la Loggia del municipio, infine, accoglierà la tradizionale Enoteca per la degustazione delle migliori produzioni del Conegliano Valdobbiadene DOCG.

Villa dei Cedri, che nel suo meraviglioso Parco accoglierà le famiglie con un programma di animazione dedicato ai più piccoli, ospiterà il Parco della Creatività dedicato ad arte e hobby, la mostra fotografica Monster of Rock, dell’artista Alex Ruffini e l’esposizione “Paesaggi in miniatura” a cura degli Amici del Presepe di Valdobbiadene.

Ancora, Palazzo Celestino Piva ospiterà la 15^ edizione della Cittadella dei Taglienti, un evento nell’evento che celebra la tradizione della forgiatura, figlia di secoli di lavorazione nei magli dell’Altamarca, e il suo legame con il lavoro agricolo, e l’esposizione Coltelli&Gioielli che presenterà una folta schiera di artisti di tutta Italia che lavorano i metalli con svariate tecniche.

Infine, i convegni realizzati in collaborazione con diverse associazioni: Confagricoltura, Coldiretti, Cia, Ascom, Confartigianato e Ordine degli Architetti. Ben sei gli appuntamenti in programma incentrati su agricolturaturismo e sostenibilità, tematiche oggi imprescindibili per chi vive e lavora nelle Colline di Valdobbiadene.

L’Antica Fiera di San Gregorio si conferma essere una Fiera ricca di iniziative e contenuti dedicati al comparto agricolo, che lascia il giusto spazio al divertimento per tutta la famiglia grazie ad un fitto programma di appuntamenti musicali, spettacoli, Street Food e Luna Park.

Condividi
Facebook
WhatsApp
Twitter
Telegram

Iscriviti alla Newsletter!